RASSEGNA STAMPA ESTERA: “il suo nome è ormai quasi sinonimo di slealtà”

🇫🇷 Le Figaro: “Rifiuta di assumersi la responsabilità della crisi”.
🇺🇸 New York Times: “Aveva il potere di distruggere e non ha resistito”.
🇩🇪 Der Spiegel: “Mette a rischio la storica opportunità di riformare il Paese” […] “Disperato, il più impopolare lotta contro il premier più popolare” […] “Più il suo partito affonda, più lui lotta per avere attenzione” […] “Perché il fan di Machiavelli rompe la coalizione rischiando di andare all’opposizione e portare al potere il populista di destra Matteo Salvini?“.
🇬🇧 Financial Times: “nessuno capisce le motivazioni dell’ex premier, che Renzi abbia messo sottosopra Roma nel tentativo di rafforzare il potere di interdizione del suo piccolo partito e la sua stessa immagine personale” […] “la crisi italiana “minaccia di ostacolare il Recovery plan di Bruxelles”.
🇬🇧 The Guardian: “La manovra largamente impopolare di Renzi arriva nel momento peggiore possibile per l’Italia e lascia gli osservatori perplessi riguardo alle motivazioni”.
🇬🇧 Reuters: “Renzi completa la trasformazione da riformatore a distruttore e il suo nome è ormai quasi sinonimo di slealtà e spietate manovre politiche”.
🇪🇸 El Pais: “L’Italia deve ora trovare la formula per un probabile terzo governo di questa legislatura nel mezzo di una pandemia, proprio quando si decide il destino di quasi 230 miliardi di euro che arriveranno dall’Unione Europea per uscire dalla crisi e il Paese deve presiedere il G-20“. 

4 commenti su “RASSEGNA STAMPA ESTERA: “il suo nome è ormai quasi sinonimo di slealtà””

  1. Come Cristiano praticante devo andare a confessarmi per averlo votato anni orsono è un peccato mortale perciò dovrò andare a chiedere perdono al Signore.

  2. Il “renzismo” è un fenomeno chiarissimo e senza sorprese. Prevedibilissimo. È simile al “salvinismo” e a tutti gli “ismi” dei partiti e partitini personali e padronali nati e “nascendi” in Italia da più di un quarto di secolo. La prima, delle caratteristiche di questo fanonemo, è l’ambizione personale, cieca, senza pudore e senza pensiero politico, ma con un solo pensiero fisso: l’occupazione dei palazzi del potere.
    C’è un libro interessante pubblicato da Chiara Geloni a maggio del 2019: “Titanic, come Renzi ha affondato la sinistra”.
    So che non è carino citare se stessi, ma a gennaio del 2019 ho dedicato diverse pagine di un mio libro (Pietre) al renzismo.

  3. Si affidano i destini dei popoli a individui di cui non sono note le caratteristiche di personalità. Più preoccupante dell’incompetenza è la condizione mentale di chi vuol fare politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *