UNO SFOGO SACROSANTO

di la paglia, dottoressa covid hospital di Enna

Per tutti quelli che sento lamentarsi da ieri sera, per una fase 2 simile alla fase 1 direi (compresa la CEI) : 60 giorni dentro tute ermetiche, occhiali, visiere, notti insonni, colleghi sclerati, bipolarismo estremo, psiche sotto stress, morti in corsia, colleghi e amici che diventano pazienti, medici che al posto di visitare diventano anch’essi pazienti, pazienti a cui muoiono figli e non riescono a vedere il loro corpo e salutarlo, case di riposo e nonni ammazzati ..
Ecco, a voi tutti che vi lamentate da giorni, in trepida attesa della Minchia di tintarella , pensate solamente ad una cosa;
secondo voi alla ripresa dei contagi la sanità pubblica ripartirà e reagirà con la stessa forza d’animo? Avete idea delle ore trascorse vestiti da astronauti (e non è ancora estate) , avete idea dello stress che ci portiamo nelle nostre case? Avete idea di come andiamo a lavoro, ogni santissimo giorno con la paura del contagio? Avete idea di quanti tamponi veniamo sottoposti ? Avete idea delle distanze a cui siamo obbligati noi lavoratori nei reparti covid? Allora se non avete una cazzo di idea ascoltate quel povero di Conte con umiltà , eliminate le ideologie di Salvini e Meloni che consentitemi, non si possono più né ascoltare né vedere, tacete poiché siete ignoranti in materia e pregate (a casa) che non ci siano ricadute perché noi tutti, intendo noi che lavoriamo con la pandemia (con tutto rispetto per chi è a casa con i propri cari da 2 mesi) siamo stanchi di questo virus, e delle minchiate che vengono dette ..

Scusate per lo Sfogo e per la parola MINCHIA ripetitiva ma è un intercalare voluto e dovuto 💋😊 Amen

4 commenti su “UNO SFOGO SACROSANTO”

  1. Uno sfogo sacrosanto. E’ paradossale come si debba lottare anche contro comportamenti autolesionistici. Sentire gente che si lamenta perché “stando a casa diminuiscono le difese immunitarie”, “non prendendo sole non si prende vitamina D…”, “Abuso di potere e violazione della Costituzione”. (Lettura contorta e deviata della nostra Carta C.). E se gli operatori sanitari a tutti i livelli ci mandassero un vaffan…..?

  2. Non e’ solo uno sfogo , è la verità , vorrei che questa dottoressa fosse invitata in parlamento e leggesse questa lettera a lor signori che siedono sullo scranno , vorrei vedere le sue espressioni assorte e di ignoranti , vorrei che tutti gli italiani capissero ciò che un sanitario prova in questi momenti e non solo al servizio dei malati , ma sopportare il loro dolore a vedere le morti e a provare paura di morire , vorrei dire agli italiani che scrivono che vogliono il mare , di provare solo per un attimo a pensare se ne sono capaci .. ma credo anche che sia una battaglia persa … gli italiani sin finiranno mai di essere italiani .. e piango …

  3. È una persona che fa onore a se stessa e alla stragrande maggioranza degli italiani che ammirano e ringraziano l’impegno di ptofessionisti come Lei e sostengono l’opera dell’attuale Governo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *