BANDO per borsa di RICERCA

BANDO per borsa di RICERCA

Anno Accademico 2018/2019

 

  1. Caratteristiche e finalità

La Fondazione Critica liberale mette a concorso una borsa di studio per giovani tra i 22 e i 24 anni, in possesso di Laurea triennale e in regola con gli esami del proprio successivo corso di studio, magistrale o a ciclo unico, ovvero in regola con gli esami del proprio corso di studi a ciclo unico, con un piano di studi attinente le questioni dell’integrazione europea, della tradizione del pensiero federalista europeo e della teoria liberale della poliarchia sovranazionale.

La borsa viene messa a concorso nei seguenti ambiti tematici:

  1. storia e/o attuali sviluppi del pensiero federalista europeo
  2. teoria liberale della poliarchia e del federalismo
  3. evoluzione storica e attualità delle istituzioni dell’Unione Europea e valutazione critica nell’ottica federalista europea

La borsa di studio è bandita, a valere dal 30 giugno 2018 al 30 maggio 2019 per un importo di 5.000 euro:

La borsa di cui al presente bando saranno assegnate entro giovedì  7  giugno 2018 da una commissione nominata dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione nelle persone del  vicepresidente Franco Caramazza, di Giovanni Vetritto e di Riccardo Mastrorillo.

I criteri ai quali si atterrà la commissione nella valutazione saranno i seguenti:

  1. coerenza della ricerca proposta con gli ambiti tematici indicati nel bando;
  2. qualità del curriculum di studi (ed eventuali pubblicazioni);
  3. qualità (interesse, originalità, ecc.) del progetto di ricerca presentato.

 

  1. Come presentare le domande

La domanda, sottoscritta con firma autografa dagli/dalle interessati/e, dovrà pervenire alla Fondazione entro giovedì  31 maggio 2018, e potrà essere recapitata a mano mediante consegna alla segreteria che rilascerà ricevuta, o a mezzo servizi postali o corriere con ricevuta AR che farà fede della data di spedizione, ovvero tramite pec all’indirizzo fondazionecriticaliberale@pec.it.

I candidati dovranno dichiarare a quale/i  ambito/i tematico/i si riferisce la ricerca proposta, con un massimo di due opzioni.

La domanda dovrà essere corredata con la seguente documentazione obbligatoria, pena l’esclusione dalla procedura:

  1. istanza recante i dati generali del/della candidato/a unitamente a un curriculum vitae che dovrà illustrare gli studi, la carriera e le attività del/della candidato/a;
  2. copia cartacea di eventuali lavori a stampa che il/la candidato/a riterrà opportuni al fine di una miglior valutazione;
  3. relazione dalle quale risultino: il programma di ricerca; i tempi necessari per portarlo a compimento e i luoghi nei quali la ricerca si svolgerà, eventuali dipartimenti universitari di riferimento e/o di immatricolazione;
  4. dichiarazioni sottoscritte da almeno due studiosi qualificati che abbiano conoscenza personale del/della candidato/a e siano in grado di avallare la relazione di cui alla lettera c);

La documentazione non verrà restituita.

  1. Status dei borsisti

L’assegnatario, al quale la Fondazione attribuirà un tutor, sarà tenuto a:

  1. inviare alla segreteria della Fondazione Critica liberale e al proprio tutor rapporti trimestrali sull’avanzamento della loro ricerca, contribuendo al lavoro redazionale della testata “Gli Stati Uniti d’Europa”, edita dalla Fondazione;
  2. presentare un elaborato conclusivo delle loro ricerche;
  3. tenere presso la sede della Fondazione Critica liberale un seminario di presentazione della ricerca condotta;
  4. fornire, nel caso la borsa assegnata sia fruita in paese extra UE copia della polizza assicurativa medica a proprie spese, regolarmente sottoscritta.
  5. l’assegnatario potrà svolgere altre attività compatibili con l’adempimento del loro programma di ricerca e salva una eventuale riduzione dell’assegno mensile nella misura stabilita dal Consiglio di Amministrazione.
  6. qualora l’assegnatario non prosegua l’attività prevista dal programma di ricerca senza giustificato motivo o si renda responsabile di gravi e ripetute violazioni, potrà essere disposta la risoluzione dell’erogazione della borsa.

 

  1. Prestazioni assicurative e assistenziali

Qualora la borsa sia assegnata a cittadini/e extracomunitari/e per ricerche da eseguirsi, in tutto o in parte, in Italia, la Fondazione dovrà ricevere copia della polizza assicurativa medica sottoscritta e a spese dell’assegnatario/a o, in alternativa, copia della sua iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale. Tale documentazione dovrà essere fornita al momento dell’accettazione della borsa da parte dell’assegnatario/a. La Fondazione non si assumerà alcun onere per prestazioni sanitarie e assistenziali per malattia, infortunio o maternità cui l’assegnatario/a dovesse incorrere durante la sua permanenza in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *