Archivi tag: salvini

LA TRUFFA

di riccardo mastrorillo

In un crescendo di innovative prassi istituzionali il Movimento 5 stelle e la Lega hanno predisposto un contratto di governo e hanno indicato Giuseppe Conte come presidente del Consiglio. Il Presidente Mattarella, vincendo qualche riserva sul fatto che il candidato non fosse un politico e poteva apparire debole, non essendo espressione diretta di un voto popolare,  ha affidato a Conte l’incarico di formare un Governo.  Abbiamo seguito in questi giorni le ricostruzioni dei retroscena e soprattutto la delicata questione del nome di Savona a Ministro dell’Economia. La Costituzione prevede all’articolo 92 che «Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei Ministri e, su proposta di questo, i Ministri». Già la conoscenza della lingua italiana, potrebbe sovvenire per comprendere l’assoluta correttezza formale del comportamento di Mattarella, ma svariati e anche recentissimi precedenti, in merito al fatto che, rientra nelle prerogative del Presidente della Repubblica quella di contestare i nomi dei ministri proposti, aiutano a capire che in questa vicenda parlare di messa in stato d’accusa del Capo dello stati ci pare francamente ridicolo.

Continua la lettura di LA TRUFFA

L’IDOLO IMMONDO

Quindi Mattarella ha dissepolto Einaudi. Ne siamo contenti. Ugualmente siamo felici quando un personaggio come Salvini, che pensavamo ignorantissimo, dimostra di aver orecchiato il vecchio Einaudi. Al punto di correggere il presidente della repubblica: “Ma Einaudi va letto tutto, scrisse di un Paese fondato sull’autonomia”. Quanto è vero. Ha proprio ragione Salvini: Einaudi va letto tutto, anche le centinaia di pagine che scrisse dalla prima guerra mondiale in poi sulla necessità storica  di un’Europa federata e contro i danni del nazionalismo. Fino a raccomandare di fugare “dal cuore degli uomini l’idolo immondo dello stato sovrano”. Capito, caro lepenista?

LO PSEUDO SALVINI

Oggi lo pseudo Salvini, in qualità di pseudo ministro della salute, ha dichiarato: “Dobbiamo recuperare la vera scienza medica. Farò un decreto per far entrare nell’elenco delle medicine gratuite senza ticket il mirto, l’assafetida, l’artiglio di diavolo, l’erba artemisia, la zampa di coniglio, i baffi di gatto, l’aglio e l’urina di comunisti, per dare anche ai non abbienti la possibilità di curarsi e guarire con riti magici. Aumenteremo nella pianura padana la coltivazione dell’aloe che, come è noto, produce ricchezza. Così potremo attuare la flat tax per i nostri elettori più ricchi. Non mancherò, come pseudo ministro della giustizia , a procedere rapidamente a un’amnistia tombale  per liberare finalmente  fattucchiere, maghi, esorcisti e stregoni relegati da quello scientista e giustizialista di Dante nella quarta bolgia dell’ottavo cerchio dell’Inferno”.

la lepre marzolina – 23 giugno 2018