LEGA LADRONA: “L’IRA DEI GIUSTI TRUFFATORI”

Salvini: «Io sono stato eletto da voi. Altri no». Pseudo-Salvini: «Ricordatevi: i magistrati non ricevono voti dagli elettori, io invece sono un politico e sono stato eletto come quel frodatore di Berlusconi, come quel corruttore di Previti, come i filocamorra e filo mafia Cosentino, Dell’Utri,  Cuffaro..e via dicendo per alcune centinaia di amministratori eletti, che secondo me non dovrebbero essere neppure indagati…. Io stesso qualche mese fa ho fatto nominare Bossi senatore dal voto popolare».

la lepre marzolina – 8 settembre 2018

Asso Ventotto: domande e proposte a Antonio Guterres e Federica Mogherini

di Pier Virgilio Dastoli*

La vicenda del rimorchiatore Asso Ventotto solleva inquietanti interrogativi. Essi non hanno avuto finora risposte adeguate da parte delle autorità che avrebbero dovuto garantire il rispetto delle regole essenziali delle convenzioni internazionali e del diritto europeo.

Quel che è avvenuto in queste ore rischia di creare una situazione nuova nel Mediterraneo che richiede una reazione forte e rapida da parte dell’Unione europea e della comunità internazionale per evitare che un singolo atto compiuto ignorando il diritto internazionale sia accettato e condiviso come il segnale di avvio di un’azione politica deliberata del governo italiano e poi dei governi europei.

Continua la lettura di Asso Ventotto: domande e proposte a Antonio Guterres e Federica Mogherini

IL SORTEGGIO E LA LEZIONE DI ATENE

di nadia urbinati

la Repubblica, 31 luglio 2018

Su un punto Beppe Grillo e Sabino Cassese sono d’accordo: non hanno fiducia nei partiti. A modo loro, entrambi traducono la politica in una questione “epistemica”. Grillo ha sollevato la questione se il Parlamento eletto funzioni bene e se la democrazia elettorale sia una buona cosa. Dà una risposta negativa a entrambe le domande e propone un Parlamento con una Camera sorteggiata invece che eletta. La risposta di Cassese mette in dubbio la bontà di questa soluzione perché, dice, ci darebbe un Parlamento di non competenti, meno competenti degli attuali rappresentanti. Una risposta che sta nell’alveo del problema posto da Grillo. Cassese giudica il lavoro del Parlamento come si può giudicare quello di un collegio di esperti. Il fatto è che se si vogliono selezionare tecnici o esperti, meglio non ricorrere alle elezioni. Si tratta di una difesa debole perché centrata sul principio della competenza. Sulla disfunzionalità delle elezioni Cassese non ha probabilmente una visione meno critica di Grillo.

Continua la lettura di IL SORTEGGIO E LA LEZIONE DI ATENE

SALVINI IN DIVISA

di Paolo Berizzi (da repubblica.it)Salvini e quella foto con la maglietta degli ultrà di estrema destra

Dopo il giubbotto di CasaPound sfoggiato all’Olimpico, il leader della Lega posta un’immagine con un altro capo di abbigliamento “identitario”. Una T-shirt venduta su un portale specializzato in gadget dei movimenti neri europei. Con la scritta offence best defence       – 30 luglio 2018

Continua la lettura di SALVINI IN DIVISA

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza dei cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi