IMBECILLI ALLO SBARAGLIO 2

DIEGO FUSARO

«Lo storytelling egemonico ci ha ripetuto ad nauseam che il nemico principale era l’asse del male composto dagli “Stati canaglia” totalitari, comunisti e nemici dei diritti umani. Eppure scopriamo ora che alcuni di quegli Stati stanno inviando aiuti all’Italia: la Cina, il Venezuela e Cuba stanno inviando medici, l’ha apertamente ammesso la Regione Lombardia. Non erano Stati canaglia totalitari?»

 [red.: solo un analfabeta di politica può pensare che uno «Stato totalitario, comunista e nemico dei diritti umani», se invia degli aiuti sanitari, diventa di colpo democratico, antitotalitario e sostenitore dei diritti umani].

*Diego Fusaro, pseudo sé-dicente filosofo, nazionalista nazi-bolscevico seguace di Dugin e star delle trasmissioni  tv per massaie.

Continua la lettura di IMBECILLI ALLO SBARAGLIO 2

RIFORNIMENTI

Francis Scott Fitzgerald, da una lettera del 1920 (scritta in quarantena nel sud della Francia durante lo scoppio dell’influenza spagnola)

“I funzionari ci hanno avvisato per assicurarci di avere un mese di necessità. Zelda e io abbiamo fatto scorta di vino rosso, whisky, rum, vermouth, assenzio, vino bianco, sherry, gin e Signore, se ne abbiamo bisogno, brandy. Per favore, prega per noi. “

RIAPERTURE

Renzi vuole assolutamente la riapertura delle scuole. Lo capiamo: finalmente ne sente il bisogno. Invece Salvini , che da assenteista cronico non si era accorto che il parlamento non aveva  mai chiuso, ha strillato per la sua riapertura. Aveva bisogno urgente di  espellere  la sua esternazione scatologica.

la lepre marzolina – domenica 29 marzo 2020

UN PAPA CHE TEME DI PERDERE IL GREGGE

di marco marzano

Qualche giorno fa aveva raccomandato ai preti di star vicino ai malati, di visitare le loro case e di portar loro la comunione. Tre giorni fa ha detto ai vescovi, in riferimento alla decisione che molti di loro avevano preso, seguendo un suggerimento della Cei, di serrare le porte delle proprie chiese, che “le misure drastiche non sempre sono buone ”e contemporaneamente aveva deciso di riaprire quella della diocesi della capitale. Il papa pare insomma desideroso di evitare che il clero smobiliti in una situazione di emergenza come questa. La destra ha subito esultato e anche un cattolico influente come Enzo Bianchi (intervistato ieri l’altro dal nostro giornale) ha applaudito immediatamente e con entusiasmo le parole del pontefice.

QUALI SONO le ragioni di un comportamento che spinge la Chiesa Cattolica a remare in direzione oggettivamente contraria rispetto all’Italia, al Paese da una settimana obbediente alle indicazioni che provengono dalle autorità pubbliche e barricato in casa? Io ne vedo almeno due.

Continua la lettura di UN PAPA CHE TEME DI PERDERE IL GREGGE

USCITO IL N. 60 DI “NONMOLLARE” – SCARICABILE GRATIS QUI E ANCHE SU ILFATTOQUOTIDIANO.IT

per scaricare il pdf clicca qui o anche su https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/03/20/coronavirus-la-prevenzione-e-la-grande-assente-non-serve-unemergenza-per-risolvere-i-problemi/5740588/

Sommario
editoriale
5. riccardo mastrorillo, un approccio ecologico alle emergenze
la biscondola
6. paolo bagnoli, i “capiscioni” smemorati
res publica
8. antonio caputo, le gravi responsabilità di chi ha gestito la sanità
nota quacchera
10. gianmarco pondrano altavilla, salviamo i corpi
lo spaccio delle idee
13. valerio pocar, liberali o liberisti?
15. paolo fai, maxima politica
16. comitato di direzione
17. hanno collaborato
6. bêtise d’oro
8-9-11-14. bêtise  

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza dei cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi