Archivi categoria: res publica

copia, incolla e invia al governo

Al presidente del Consiglio avv. #GiuseppeConte.

Gentile Presidente Conte,

A pochi giorni dalla Giornata della Memoria, oggi l’Italia ha assistito ad una vera deportazione.
Quello che è avvenuto nel Cara di Castelnuovo Di Porto, dove c’è il secondo centro rifugiati richiedenti asilo più grande d’Italia, è qualcosa di indegno, che offende la nostra storia e i principi sanciti nella Costituzione italiana. Continua la lettura di copia, incolla e invia al governo

Si inizia dalla deportazione…

di riccardo mastrorillo

Il 22 luglio 1942, alle 10 del mattino, le autorità naziste informarono bruscamente il presidente del Consiglio ebraico di Varsavia (l’ingegnere Adam Czerniakóv) che gli ebrei del ghetto sarebbero stati,  deportati verso  Est. Già le prime avvisaglie si erano viste il l 16 ottobre del 1940 quando gli Ebrei di Varsavia furono trasferiti, improvvisamente, senza preavviso, tutti all’interno del “ghetto”.

Il 22 gennaio 2019 30 persone, ospitate nel CARA (Centro di accoglienza per richiedenti asilo) di Castelnuovo di Porto vicino Roma, sono state trasferite, in luogo imprecisato. Continua la lettura di Si inizia dalla deportazione…

REFERENDUM PROPOSITIVO A 5 STELLE E COSTITUZIONE: MATRIMONIO MANCATO

di antonio caputo

L’illusione delle democrazia diretta e ora la buona idea del referendum propositivo: un cammino reso impervio da un disegno di legge imperfetto da respingere o rifare.

La democrazia non può essere consegnata a malintese e fallaci concezioni di una gestione solo diretta, immediata e/o telematica del rapporto tra governanti e governati o a leadership costruite al di fuori del circuito della rappresentanza democratica.

Continua la lettura di REFERENDUM PROPOSITIVO A 5 STELLE E COSTITUZIONE: MATRIMONIO MANCATO