Archivi categoria: pensiero del giorno | di antonio caputo

DON MATTEO

Moody’s è una società americana.  Non di Bruxelles e non dipende dalla Commissione europea .Il declassamento delle obbligazioni italiane è frutto di analisi tecnica molto articolata. Si può anche fingere che non esista e tirare avanti . Come il  don  Ferrante nei giorni della peste di Milano descritta mirabilmente dal Manzoni. Come fini? Il poveretto  morì di peste senza riconoscerla e ammetterla.

IL PARTITO UNICO DEL CONTRATTO

Chi si ostina a immaginare distinzioni tra Lega e 5 stelle non vuole capire che siamo al partito unico xenofobo di estrema destra… l’ultimo giapponese è Marco Travaglio che coltiva l’illusione comica e folle ad un tempo, credo in buona fede (che non si nega a nessuno),  di un “contratto ” a due teste … Ridicolo…  e dopo Riace e Lodi non c’è più nessun dubbio se non per qualche stolto…

E’ QUESTIONE DI FRATERNITA’ E UMANITA’

Mimmo Lucano, il sindaco di Riace, inventore di quell’utopia concreta che si chiama “convivenza civile” e “accoglienza possibile”, è stato arrestato con l’accusa di “favoreggiamento dell’immigrazione clandestina”: in pratica il “delitto di fraternità'”. Evidenziato per escluderne la legittimità, il 6 luglio scorso, dal Consiglio costituzionale francese, equivalente della nostra Corte. Il Consiglio francese ha accolto il ricorso di Cédric Herrou,  popolarissmo contadino e “passeur” della Provenza, condannato in tribunale per avere aiutato dei migranti a entrare e a muoversi nel paese. I giudici hanno affermato che l’aiuto disinteressato al soggiorno irregolare non è “passibile di conseguenze giuridiche”, poiché realizza il “principio di fratellanza”, scolpito nel motto fondativo della repubblica francese: “Liberté, égalité, fraternité”.

Continua la lettura di E’ QUESTIONE DI FRATERNITA’ E UMANITA’

IL COMBINATO DISPOSTO

Ghetto elettronico per cittadini di serie B.  Cinque mesi per collegare milioni di negozi italiani e di aventi diritto (selezionati da chi e come?) e i centri per l’impiego (da costruire e rafforzare con 40mila innesti) al grande fratello (il software tutto fa). Fake news?Bufala? No. E’ il combinato disposto delle dichiarazioni pubbliche di Di Maio e compagnia cantante . Dirette ad assicurare che gli aventi diritto (quali e chi ?) a marzo avranno la tessera abilitata e potranno andare dal panettiere abilitato elettronicamente anche nel Borgo più sperduto d’Italia a comprare 1kg di pane italiano.

RIVOGLIAMO I NOSTRI SOLDI. UN APPELLO

Rivogliamo i nostri soldi.  Non ci capacitiamo del come la Procura della Repubblica possa avere, come crediamo   indebitamente, ratificato, una siffatta dilazione di ben 82 anni , concedendo alla Lega di Salvini un sostanziale abbuono di un debito certo liquido ed esigibile di ben 49 milioni di euro frutto di una indebita appropriazione di somme erogate dallo stato che sono di pertinenza dei cittadini tutti contribuenti e di cui è molto discutibile che  un giudice possa disporre il sostanziale condono .  Per di più con una conferenza stampa che maschera una resa del diritto e l’abdicazione di chi ne deve pretendere l’applicazione uguale per tutti . Senza alcuna garanzia di restituzione , con il sapore amaro della beffa e nella quasi totale e ragionevole certezza che tra 82 anni non ci saranno più né Lega né Salvini.. E nemmeno quasi tutti noi .. Cittadini comuni ai quali lo stato non concede dilazioni o meglio donazioni del genere, che pagando le tasse si sono  visti sottrarre risorse preziose.

Continua la lettura di RIVOGLIAMO I NOSTRI SOLDI. UN APPELLO

VERGOGNE ESIBITE (CON UNA NOTERELLA REDAZIONALE)

Non mi capacito del come la Procura della Repubblica possa avere, a mio parere indebitamente, ratificato, per quanto si legge una siffatta dilazione . Per di più con una conferenza stampa che maschera una resa del diritto e l’abdicazione di chi ne deve pretendere l’applicazione uguale per tutti . Senza alcuna garanzia e nella quasi totale e ragionevole certezza che tra 82 anni non ci saranno più né Lega né Salvini. E nemmeno quasi tutti noi …

[Redazione – e.m. : Perfettamente d’accordo, non avrebbero escogitato questa presa per i fondelli nemmeno nella Prima repubblica, ma oggi siamo di buon umore e ci consoliamo pensando ai giornali-spazzatura che per settimane hanno gridato alla lesa democrazia difendendo una Lega Ladrona, che ora ha implicitamente ammesso di aver sottratto i 49 milioni. Chiederanno scusa ai loro lettori per la loro sfacciata complicità? Speriamo anche che molti frodatori dello Stato si facciamo forti di questo precedente e pretendano di dilazionare per molti decenni la restituzione del maltolto].