Tutti gli articoli di CritLib18

convegno La legge sul divorzio: 50 anni di civiltà laica

1 dicembre 1970 – 1 dicembre 2020

La legge sul divorzio: 50 anni di civiltà laica

la lunga battaglia parlamentare, la vittoria dei laici, la memoria dei protagonisti

ne parleranno:

Giovanni Crema (già deputato socialista),

Maria Mantello

(Presidente Associazione Nazionale del Libero Pensiero “Giordano Bruno”),

Enzo Marzo (Presidente Critica Liberale),

Gianfranco Spadaccia (già deputato radicale)

con un breve contributo di Beatrice Rangoni Machiavelli

modera Riccardo Mastrorillo (critica liberale)

MARTEDI 1 DICEMBRE ore 18,30

il convegno sarà trasmesso in diretta su facebook https://www.facebook.com/fondazionecriticaliberale

e sul canale youtube di Critica liberale

https://www.youtube.com/channel/UCh6IWhBg-moTHMmE6tWcB7Q

crisi economica e politiche sociali: il “basic income”

Critica liberale dall’inizio dell’emergenza COVID ha sospeso i consueti incontri, che si tenevano nella storica sede di via delle carrozze a Roma, denominati “il lunedì della critica”. Visto il perdurare della crisi, ci siamo dotati anche noi di strumenti per incontri in videoconferenza. Da lunedì 23 novembre prossimo, inaugureremo una nuova serie di incontri che abbiamo chiamato: “situazione critica”.

Lunedì 23 novembre alle 18,30 parleremo di crisi economica e di politiche sociali innovative, in particolare di reddito di cittadinanza, o meglio di “basic income”, strumento di welfare utilizzato in Europa. Ne parleremo con Peppe Allegri* e Giovanni Perazzoli*, massimi esperti italiani.

l’incontro sarà trasmesso in diretta streeming sulla pagina facebook di critica https://www.facebook.com/fondazionecriticaliberale/live/

Continua la lettura di crisi economica e politiche sociali: il “basic income”

ESTENDERE IL REDDITO DI CITTADINANZA! SE NON ORA QUANDO?

Con il numero  64 di NonMollare https://critlib.it/2020/05/19/numero-straordinario-uscito-il-n-64-di-nonmollare-scaricabile-gratis-qui/  abbiamo aperto un dibattito sulla necessità di una radicale riforma del welfare, Basic Income Network (BIN) Italia ha lanciato da qualche giorno questo appello che sottoponiamo alla vostra sottoscrizione che può avvenire su:

https://secure.avaaz.org/it/community_petitions/al_governo_ed_al_parlamento_italiano_estendere_il_reddito_di_cittadinanza_se_non_ora_quando_/

Continua la lettura di ESTENDERE IL REDDITO DI CITTADINANZA! SE NON ORA QUANDO?

grave attentato alla libera stampa in Egitto

Per la seconda volta in pochi mesi, il regime di Al Sisi prova a schiacciare Mada Masr, l’unico e ultimo giornale indipendente rimasto in Egitto. Poche ore fa, le forze di sicurezza hanno arrestato Lina Attalah, caporedattore di Mada Masr. Lina era fuori dalla prigione di Tora, dove aveva intervistato Laila Soueif, madre dell’attivista imprigionata Alaa Abd El Fattah. Un funzionario della prigione ha detto all’avvocato di Mada Masr che è stata portata in procura, senza specificare quale.

LA DEMOCRAZIA AL TEMPO DEL CORONAVIRUS

di riccardo mastrorillo

Rigorosamente chiusi nelle nostre case, nel rispetto assoluto delle disposizioni dell’autorità e prima ancora del buon senso, non possiamo esimerci da alcune considerazioni di principio, e quindi di sostanza, sull’attività del Governo.

In questi giorni abbiamo apprezzato la coscienziosa serietà del Governo nell’affrontare un’emergenza finora mai accaduta, e soprattutto l’attento uso proporzionale e prudente delle norme di riduzione, via via sempre più drastica, della libertà dei cittadini, al fine di garantire il più possibile un efficace e soprattutto sufficiente assistenza sanitaria per tutti. Continua la lettura di LA DEMOCRAZIA AL TEMPO DEL CORONAVIRUS

La demolizione delle istituzioni

c’era un folle che, per paura di essere defenestrato dal terzo piano, decise di demolire l’intero palazzo…

di riccardo mastrorillo

Avevamo salutato la nascita del governo Conte 2, come reazione democratica a chi chiedeva i “pieni poteri”. Il rischio di una deriva populista, illiberale e indemocratica, ci apparse lo scorso agosto più evidente, per la salute pubblica, dell’aumento dell’Iva o del paventato “esercizio provvisorio”. Continua la lettura di La demolizione delle istituzioni

In difesa dello scontro sulle poltrone

di riccardo mastrorillo

Ripartiamo da Einaudi e dal già citato resoconto della seduta dell‘8 gennaio 1947, della prima Sezione della seconda Sottocommissione della Commissione per la Costituzione

Ora, i programmi possono essere formulati da chiunque, e non si distinguono mai l’uno dall’altro: badando ad essi non si costruisce niente. Se v’è una costruzione solida, essa dipende dalle persone che rappresentano il programma e vogliono attuarlo. Figurarsi che soltanto con una votazione fatta su un programma si possa assicurare stabilità al Governo, è figurarsi qualcosa che può stare sulla carta, ma che non ha alcun rapporto con la realtà.

Continua la lettura di In difesa dello scontro sulle poltrone

Le stupidità parallele

Ci sono manuali preziosi sul fenomeno della stupidità. Ma è la realtà quotidiana a smentire sempre la previsione che, pur altissimo, ci sia un limite all’idiozia. I casi di Di Battista e di Renzi sono esemplari. Solo per il fatto che si fosse rimangiato per motivi di bassa cucina parlamentare la sua linea scellerata, cui l’intero gruppo dirigente del PD si era assoggettato dopo le elezioni dell’anno scorso, è sembrato che il capo del cerchio magico avesse accantonato la sua tradizionale idiozia. E invece no. L’irresistibile forza che lo costringe ad anteporre le sue ambizioni al bene del paese lo sta vincendo ancora una volta.

A PROPOSITO DI CONTE! con una postilla di Trilussa

di nando bonessio

Voglio, con forza, dissociarmi dall’entusiasmo mostrato da chi ieri ha assistito e ascoltato l’intervento al Senato del Premier Conte.
Non mi piace chi prende le distanze dalle azioni di cui é stato protagonista e, di fatto, scarica le proprie responsabilità da azioni concrete dopo averle approvate e compiute!

Continua la lettura di A PROPOSITO DI CONTE! con una postilla di Trilussa

NON CHIAMIAMOLO INCIUCIO

di riccardo mastrorillo

Abbiamo già ricordato come le nostre istituzioni siano improntate ad un regime di repubblica parlamentare, dove alla base e al principio di ogni azione politica vi è il mandato concesso, secondo i principi della democrazia rappresentativa, dagli elettori ai parlamentari: “Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato.” (art. 67 della Costituzione) Continua la lettura di NON CHIAMIAMOLO INCIUCIO

Perché il taglio dei parlamentari ha effetti sul modello di democrazia

di Carlo Melzi d’Eril e Giulio Enea Vigevani
il sole 24 ore 24 Agosto 2019

La riforma costituzionale che prevede il cosiddetto “taglio del numero dei parlamentari”, cioè la diminuzione di più di un terzo di deputati e senatori, sembra lo scoglio su cui rischia di arenarsi l’ipotesi di un nuovo governo che unisca Movimento Cinque Stelle e Partito Democratico. I primi paiono porre la modifica come condizione per qualsiasi alleanza. I secondi non la ritengono una priorità e anzi sono tendenzialmente contrari ad essa. Continua la lettura di Perché il taglio dei parlamentari ha effetti sul modello di democrazia