GIUSTIZIA ALLA ROVESCIA

In galera un giovane laureato, impegnato nel sociale a favore dei deboli e dei poveri, perché alla Statale di Milano rifiutò per protesta con molti altri di pagare delle fotocopie fatte nella libreria di Comunione e Liberazione. Invece ai domiciliari l’assessore leghista che ha ucciso un extracomunitario un po’ sbronzo sparandogli da vicino.
No comment.

Pino Nicotri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *