USCITO IL N. 87 DI “NONMOLLARE” – SCARICABILE GRATIS QUI E ANCHE SUL FATTOQUOTIDIANO.IT

per scaricare il pdf di NONMOLLARE clicca qui e anche su https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/06/09/viva-il-reddito-di-cittadinanza-e-chi-si-oppone-ha-un-nome-ben-preciso/6224168/

Sommario
annuncio
5. una campagna per la lingua italiana
la biscondola
7. paolo bagnoli, costruire una democrazia repubblicana
cronache da palazzo
8. riccardo mastrorillo, di pizzaioli, di welfare e di reazionari
la vita buona
9. valerio pocar, divisivi, per chi?
res publica
10. angelo perrone, giovanni brusca scarcerato: quale idea di giustizia
14. associazione di cultura e iniziativa politica, alleanza giellista – con postilla di enzo marzo
stati uniti d’europa
13. filippo senatore, l’unione europea anche nel diritto penale
lo spaccio delle idee
19. luigi einaudi, l’educazione politica del conte di cavour
21. paolo ragazzi, postmoderno e dintorni
25. francesco postiglione, il futuro del diritto internazionale, da utopia a necessità
6. bêtise d’oro
6-18-27. bêtise
31. comitato di direzione
31. hanno collaborato 

 

5 commenti su “USCITO IL N. 87 DI “NONMOLLARE” – SCARICABILE GRATIS QUI E ANCHE SUL FATTOQUOTIDIANO.IT”

  1. Buon giorno,
    in riferimento all’articolo”cronache da palazzo
    di pizzaioli, di welfare e di reazionari riccardo mastrorillo”
    Affermate questo :”Crediamo ancora, da liberali, che non le “categorie”, ma le persone possano essere accusate e, qualora le accuse siano suffragate da prove, oltre ogni ragionevole dubbio, condannate.”
    Poi dite questo:”sono le stesse che si sono opposte con vigore a qualsiasi norma che riducesse l’uso del contante – Preferiscono il contante, rispetto ai pagamenti digitali, per non essere “taglieggiati” o, peggio, “controllati” dalle banche.”.
    Nella prima affermazione , non volete giudicare ed è giusto, ma nella seconda affermazione colpevolizzate il contante quando sono le persone che lo usano per scopi illegali.
    Io sono per la libertà e l’uso del contante è anche questo, io pago per comodità con il mezzo elettronico, l’anno scorso ho ripresi il mio gatto dal veterinario, dopo tre volte che il pos dava esito negativo ho pagato con il contante con regolare fattura elettronica spedita all’aggenzia delle entrate, (oggi tutte le casse dei negozzi sono collegate anche i distributori di caffè aziendali), ma non ho potuto scaricare perche non era elettronica.
    Questo è un soppruso e una discriminazione.
    Io quando pago mi faccio fare sempre la fattura conatne o no.
    Il grosso del nero lo fanno i bilanci falsi e i paradisi fiscali.
    Il pagamento elettronico esiste perchè in qualunque momento è convertibile in contante con valuta corrente cioè EURO. Altrtimenti sono solo BIT 0 e 1, nientaltro.
    Un altro discorso sarebbe l’EURO DIGITALE ma non esiste.

    Via allego l’articolo della Banca Centrale Europea.:

    https://www.ecb.europa.eu/euro/cash_strategy/html/index.it.html

    Che non mi sembra vada prprio contro l’uso del contante ed in Germania fanno anche le conferenze sull’uso del contante consigliando ti tenerne un po’ per le emergenze.

    Scusate lo sfogo.
    Cordiali saluti

    1. nessuna colpevolizzazione del contante, infatti la critica era verso quei movimenti politici “reazionari” che, con la scusa della libertà, insistono per facilitare l’uso del contante. Quando si parla di limitazione, intendiamo, per esempio, imporre un tetto al prelievo di contante, per un periodo era fissato a1000 euro, poi il limite è stato levato, crediamo che si possa portare ad un limite molto più basso, senza pregiudizio per la libertà personale. Non c’è alcun sopruso o discriminazione, non capisco l’enfasi messa in questo commento. Non crediamo di risolvere certo l’evasione fiscale eliminando il contante, lei fa un po’ di confusione tra evasione e nero. Certo il nero incide sull’evasione fiscale, ma molto più crea dinamiche sociali ed economiche negative. Il nero ha bisogno del contante, l’evasione anche no: si tratta di due cose diverse. Se lei è tra quelli che preferisce, come scrive, il pagamento digitale, non capisco perché se la prende tanto.

      1. Buongiorno.
        Me la prendo tanto perchè: pagando in contanti con fattura elettronica, devo avere gli stessi diritti.
        Le spese del veterinario non le posso scaricare perchè il POS non andava ed ho dovuto per forza pagare in contanti ma con fattura elettronica.
        Per la nostra costituzione siamo tutti uguali e questo invece è discriminante, perchè anche se sono onesto non posso accedere alle detrazioni.
        Questo è colpevolizzare e discriminare.
        Ho messo enfasi ne lommento perchè credo nella libertà, nell’ugaglianza e nello spirito critico.
        Questa società ce li sta portando via.
        Per me Nero ed Evasione sono due facce della stessa medaglia e vanno a braccetto.
        Riporto uno stralcio dell’articolo della Banca Centralle Europea che avevo allegato al commento:
        “La strategia dell’Eurosistema per il contante
        Le banconote fanno parte della nostra economia, della nostra identità e della nostra cultura, e alla BCE abbiamo l’immensa responsabilità di preservare la fiducia dei cittadini nella nostra moneta.
        Christine Lagarde, Presidente della BCE
        Il contante è una parte importante della tua libertà di scegliere come pagare ed è essenziale per l’inclusione finanziaria di tutti i gruppi della società. La nostra strategia per il contante è intesa a garantire la sua ampia disponibilità e accettazione come strumento di pagamento e come riserva di valore.
        Le banconote e le monete in euro hanno corso legale nell’area dell’euro e il contante è l’unica forma di denaro pubblico direttamente accessibile a tutti. La BCE e le banche centrali nazionali, che insieme formano l’Eurosistema, hanno il compito fondamentale, assieme al settore bancario, di garantire la regolare distribuzione del contante e di facilitarne l’uso per i pagamenti di cittadini e imprese.”
        Ancora:

        Assicuriamo la disponibilità del contante in euro

        Ci adoperiamo per assicurare che le banconote e le monete in euro siano disponibili al pubblico in ogni momento. Le banche centrali nazionali offrono servizi di cassa gratuiti sull’intero territorio nazionale e lavorano inoltre per mantenere il ciclo del contante il più efficiente possibile in termini di costi. Consideriamo anche il fabbisogno dei mercati internazionali, poiché tra il 30% e il 50% delle banconote in euro circola al di fuori dell’area dell’euro. Se un euro digitale fosse emesso in futuro, affiancherebbe il contante.”

        Sui costi di gestione la banca centrale si esprime così:
        “Facilitiamo l’accesso ai servizi di cassa per tutti

        Vogliamo che i cittadini e le imprese abbiano accesso al proprio denaro, indipendentemente dalle loro preferenze e dalle loro necessità di pagamento. Affinché ciò avvenga è necessario che le banche forniscano servizi di cassa adeguati, incluso il prelievo di contante gratuito o soggetto esclusivamente a commissioni ragionevoli. ”

        Il contante per la Banca Centrale Europea è uguaglianza:
        “Assicurare che sia accettato universalmente è pertanto un aspetto cruciale del sistema dei pagamenti, oltre che coerente con la sua caratteristica di avere corso legale. Il contante garantisce che i consumatori siano liberi di scegliere come pagare, evitando quindi che gli individui senza accesso ai servizi di pagamento elettronico siano svantaggiati.”

        Mi sembra che l’Europa, sul contante, non abbia lo stesso punto di vista del’Italia.

        Altri vantaggi del contante, in un modno dove ti vedono come consumatore e basta:
        Aiuta a tenere traccia delle proprie spese: il contante consente di tenere sotto controllo i livelli di spesa, evitando così di andare oltre le proprie disponibilità.
        È una riserva di valore: il contante è più di un semplice strumento di pagamento. Consente alle persone di detenerne una riserva a fini di risparmio senza rischio di insolvenza. È utile per piccoli doni e pagamenti da persona a persona. Ad esempio, i genitori possono darne piccole somme ai propri figli come paghetta o una persona può darlo a un amico o conoscente perché effettui un acquisto per suo conto. Il contante contribuisce inoltre all’educazione finanziaria dei bambini.

        Saluti
        Massimiliano

        1. la posizione della BCE è riferita ad un contesto europeo, siamo certi che il contante sia uno strumento di libertà, ma in Italia l’uso degli strumenti digitali è estremamente basso, e non per una scelta “liberale”, ma perchè le caratteristiche del contante si adattano facilmente alle esigente dei “furbetti”. L’obbligo di pagamenti digitali per la fatturazione elettronica è finalizzato ad evitare truffe, non cenrto da parte sua. Gli usi del contante che lei considera esclusivi, potrebbero essere invece espletati ugualmente, forse anche meglio, con gli strumenti digitali (se le banche italiane non fossero così esose nelle condizioni) Per il controllo della spesa ci sono strumenti digitali molto più efficaci che accantonare contanti in buste come facevano i nostri nonni, con il rischio concreto di vederseli rapinare. francmente mi pare un’insistenza ideologica, e per un liberle l’ideologia è sempre “sospetta”…… RM

          1. Buona sera,
            forse non mi sono spiegato, non sono io che la uso, ma chi mi fa la fattura, quando pago è elettronica, quindi sanno come spendo i miei soldi.
            “la posizione della BCE è riferita ad un contesto europeo”, ma non siamo Europei?????
            Riporto la sua frase:
            ‘francmente mi pare un’insistenza ideologica, e per un liberle l’ideologia è sempre “sospetta”…’
            Anche da parte mia è così, se la guardo dal mio punto di vista. Ora tutti: il contante è cattivo.
            Qualunque mezzo in Italia è usato dai “furbetti”, perfino il telefono, un auto, internet o i social, sono usati per delinquere; andrebbero proibiti.
            Io sono un metalmeccanico, che lavora per una industria di automazione, con il mio lavoro la carta la uso dal 2000 e la uso in tutto il mondo. Non ho bisogno di incentivi come il cashback di stato che butta via i soldi dei contribuenti.

            Ritengo la libertà un valore e deve essere perseguito chi commette reati e non discriminare chi è onesto.
            Mi scusi se le ho dato fastidio, ma volevo solo aprire un dibattito sul contante.
            Saluti
            Massimiliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *