SONO DI COCCIO

D’accordo finalmente con Vittorio Feltri. Il suo editoriale ci è davvero piaciuto. E’ già tutto nel titolo: “RENDIAMOCI CONTO – NON C’E’ INTEGRAZIONE CON CHI TRASGREDISCE LE NOSTRE LEGGI”. Chi potrebbe dissentire?  Eppure ci sono casi difficili da risolvere. C’è gente che, senza colpa, alle spalle ha decenni di inciviltà e di ignoranza della stessa esistenza dello stato di diritto. Non si può passare d’un balzo dall’elmo con le corna al rispetto del codice penale. Il problema dell’integrazione di Lega Ladrona si pone e tocca trovare una soluzione. Sono assai recidivi, ma non possiamo abbandonarli al loro destino e rimpatriarli a Pontida. Certo, non è bastata la “seconda chance” e hanno continuato a essere ladroni, anche molto sfacciatamente: hanno truffato lo Stato, intrallazzato con paesi esteri, nascosto i loro quattrini in Svizzera come qualunque dentista evasore. Ma come fare a integrarli se la loro passione per trasgredire la nostre leggi si tramanda da padre in figlio, da madre in governatore? Sono di coccio, rendiamocene conto…

la lepre marzolina – venerdì 7 agosto 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *