“SPECTRISTI”, “TERRAPIATTISTI” E “ONESTI-LEGHISTI”

Giornate pessime per i negazionisti. Che sono quelli che negano l’evidenza, sia quella storica sia quella scientifica, anche la più plateale. Spesso ci fanno simpatia (a parte quei genitori contro tutti i vaccini che fanno morire i loro figli e anche quelli degli altri) perché le loro assurdità dimostrano che il mondo è vario e che può ospitare non solo perfetti idioti ma anche quelli che amano ostentare la propria idiozia. Oggi è arrivata dal mondo scientifico l’asserzione che gli attuali cambiamenti climatici non hanno paragoni da duemila anni ad oggi. Ma ciò non convincerà certo Salvini, che alcune settimane fa, travestito da meteorologo da bar, schernì coloro che stavano notando qualche fenomeno climatico inedito. Ugualmente poco convincibili sono i quasi 50 mila “troll-complottisti” convinti dell’esistenza del mostro di Loch Ness o ancor di più gli “spectristi”, che giurano che l’intero pianeta è in mano a 500 burattinai che ne decidono tutti i destini. A noi non resta che sperare in un nuovo intervento di  007? Mentre gli “scie-chimisti” ci sembrano in ribasso, molto forte vanno i “terrapiattisti”. D’altronde, si vede con chiarezza che la terra è un piattume. Ma la credulità umana non conosce limiti. Ancora più assurdi dei “terrapiattisti” stanno sorgendo negli ultimi giorni gli “onesti-leghisti”. Sono pochi, certamente meno dei terrapiattisti,

ma – non ci crederete – esistono persone che giurerebbero che Savoini a Mosca fosse solo un turista di passaggio così fortunato da essere invitato a cena con Putin e il nostro v.presidente del consiglio, denominato “qui lo dico e qui lo nego”. Ne abbiamo visti almeno due-tre al Senato: tale Romeo, rappresentante di Lega Ladrona, che preferisce discettare sull’universo mondo pur di dire solo due parole su quelle che giudica «ipotesi fantasiose» o – ancora più grottesca – la stessa Presidente del Senato che è costretta ad ascoltare il presidente del Consiglio parlare un’ora su fatti da lei precedentemente giudicati «pettegolezzi giornalistici».

Un commento su ““SPECTRISTI”, “TERRAPIATTISTI” E “ONESTI-LEGHISTI””

  1. Che furbacchione! Mettere insieme gli imbecilli terrapiattisti e gli “scie-chimisti” con chi pensa insieme a intellettuali di livello internazionale che ci sia un elite mondiale che governa il pianeta è un’operazione squallida che può fare solo un propagandista di quella elite…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *