MENTALITA’ FASCISTA DELLA GIUNTA TRIESTINA

Trieste, locandina censurata: salta la mostra sulle leggi razziali – Il manifesto dell’evento organizzato dal liceo Petrarca non è piaciuto al Comune, che ha censurato la locandina della mostra “Razzismo in cattedra”.

TRIESTE – Una foto in bianco e nero di tre ragazze sorridenti, con libri e cartelle in mano. In basso la prima pagina del quotidiano Il Piccolo, datata 3 settembre 1938: “Completa eliminazione dalla scuola fascista degli insegnanti e degli alunni ebrei” il titolo che annunciava l’applicazione delle leggi razziali. È la locandina scelta a Trieste per la mostra “Razzismo in cattedra”, promossa dal liceo Petrarca a 80 anni dalla promulgazione delle leggi razziali. E saltata proprio per via di quella immagine. “Troppo forte” secondo il Comune.

Come racconta oggi Il Piccolo di Trieste, mercoledì, il giorno fissato per l’inaugurazione, chi si è presentato per il taglio del nastro ha trovato luci spente e porte chiuse nella sala comunale che doveva ospitare la mostra. Per concedere gli spazi e co-organizzare l’evento, l’amministrazione avrebbe chiesto di modificare il manifesto. Una richiesta arrivata tardi e senza ulteriori dettagli, tanto da spingere il liceo a rinunciare alla mostra in attesa di trovare una sede alternativa.

[notizia ripresa da “la repubblica.it”, 14 settembre 2018]

[OVVIAMENTE LA GIUNTA TRIESTINA  E’ RETTA DA UNA MAGGIORANZA DI BERLUSCONIANI E FASCIO-LEGHISTI. VI PREGHIAMO DI DIFFONDERE CON OGNI MEZZO QUESTA LOCANDINA]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *