Per un Archivio sulla legge del divorzio

Caro amico cara amica,

la Fondazione Critica liberale intende promuovere una raccolta di fondi allo scopo di rendere fruibile l’Archivio “Baslini” su “il divorzio”, di cui la Fondazione è in possesso. L’archivio Baslini,sull’approvazione della legge Baslini – Fortuna del 1970 e sul successivo referendum del 1974, rappresenta un unicum di enorme importanza storica, perché ad esclusione del voluminoso archivio in possesso del partito radicale,  non risulta alcun archivio sullo stesso argomento in mano a istituti o forze politiche.

Per questo motivo ti invitiamo a sostenere l’iniziativa o con una donazione diretta tramite bonifico sul conto corrente intestato a Fondazione Critica liberale iban: IT08F0307502200CC8050181288, inserendo come causale:contributo al fondo archivio Baslini, o tramite paypal sul sito della Fondazione www.criticaliberale.it.

Puoi comunque devolvere il 5 x 1000 del tuo irpef alla Fondazione per aderire, basta mettere la propria firma e il numero del codice fiscale della Fondazione 96267680583 nell’apposito spazio che si trova nei modelli 730, Unico e Cud della dichiarazione dei redditi, riservato al “sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c. 1, lett a), del D.Lgs. n. 460 del 1997”. NON TI COSTA NULLA ma è un grande aiuto per diffondere la cultura laica e liberale nel nostro paese

L’archivio è ben conservato ma non è usufruibile giacché non è catalogato e, tanto meno, digitalizzato. Negli scorsi anni alcuni professori di storia contemporanea e di scienze politiche hanno chiesto di aprire l’archivio a studenti impegnati su tesi universitarie che avevano come oggetto il divorzio. Però noi non siamo riusciti a soddisfare queste richieste proprio per le condizioni attuali delle carte.

L’obiettivo che ci poniamo è di poter catalogare tutto il materiale, digitalizzarlo e metterlo a disposizione degli studiosi. La Fondazione Critica liberale è disposta a rendere agibile la propria sede a tutti i cittadini interessati a consultare quel materiale.

L’archivio Baslini, in possesso della Fondazione Critica liberale, consiste in 32 faldoni che contengono materiale stampa dal 1966 al 1977.

Un totale di circa 40.000 pezzi in buono stato di conservazione. Facciamo notare che, il valore particolare di questa raccolta, viene dal fatto che costituisce la totalità di ciò che venne pubblicato, non solo dalle grandi testate, ma da tutte le testate minori.

Inoltre, poiché l’onorevole Baslini fu il firmatario della proposta di legge, assieme all’on. Fortuna, ricchissima è la sua corrispondenza sull’argomento con cittadini, personaggi politici e intellettuali che collaborarono con lui al felice esito della battaglia politica. Le lettere sono inedite e con pezzi di assoluto prestigio, come la corrispondenza con Eugenio Montale, o con prelati impegnati in una diplomazia riservata con le forze laiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *