Le congiunzioni astrali

riccardo mastrorillo

Non vogliamo e non possiamo parlare delle pesantissime accuse per le quali il Presidente dell’assemblea di Roma Capitale è stato condotto in carcere, con una misura cautelare che comunque e sempre abbiamo considerato e consideriamo eccessiva. Attenderemo fiduciosi l’esito dell’inchiesta e la conclusione dei processi prima di fare considerazioni o commenti sulle eventuali responsabilità penali a cui potrebbe essere chiamato Marcello De Vito. Siamo e restiamo garantisti ed infatti vogliamo parlare d’altro.

Luigi Di Maio questa mattina ha annunciato l’espulsione dell’indagato dal movimento “Marcello De Vito è fuori dal Movimento 5 Stelle. Mi assumo io la responsabilità di questa decisione, come capo politico, e l’ho già comunicata ai probiviri. Non è una questione di garantismo o giustizialismo, è una questione di responsabilità politica e morale: è evidente che anche solo essere arrivati a questo, essersi presumibilmente avvicinati a certe dinamiche, per un eletto del Movimento, è inaccettabile” Continua la lettura di Le congiunzioni astrali

GLI STATI GENERALI DEL LIBERALISMO – In occasione del 50° anniversario di “Critica liberale” 1969 – 2019

 

Fondazione Critica liberale

Convegno internazionale

GLI STATI GENERALI DEL LIBERALISMO

 

In occasione del 50° anniversario di “Critica liberale” 1969 – 2019

22 – 23 marzo 2019 – roma

 

Prima sessione

50 ANNI DOPO

venerdì 22 marzo  ore 16 – 19,30

Villa Spalletti -Trivelli Via Piacenza, 4 ROMA

 

Presiede: Beatrice Rangoni Machiavelli

 

Saluti e ringraziamenti: 50 anni dopo

Enzo Marzo

 

Lectio magistralis 

Dissenso, pensiero critico e ricerca scientifica

Giulio Giorello

 

Gli impegni di Critica liberale

Claudio Paravati, direttore della rivista “Confronti”: saluti a nome della Tavola Valdese

Daniele GarroneLa laicità in un paese laicizzato con classi dirigenti non laiche

Franco GrilliniLa lunga battaglia dei diritti civili nel nostro paese

Paolo BagnoliNel solco del filo rosso che va da Gobetti a Salvemini, da Rosselli agli azionisti, da Ernesto Rossi a Bobbio

Giovanni Vetritto: i prossimi 50 anni

 

Prima edizione del

“Premio Critica liberale sulla libertà”

Il Premio è assegnato dalla Fondazione a chi si è particolarmente segnalato con scritti o politiche pubbliche o iniziative a favore delle libertà civili e politiche, lo stato di diritto e la giustizia sociale.

Inoltre, ogni anno, la Fondazione indicherà anche, con una menzione speciale, chi ugualmente si è distinto per il suo accanimento contro le libertà e i diritti civili.

 

Seconda sessione

FEDERALISMO O BARBARIE

Saturday, March 23rd 2019, h10–13

Universitas Mercatorum – Palazzo Costaguti – Roma, Piazza Mattei, 10

Main Session (language: English)

Federalism or barbarianism? Rethinking the future of Europe

Speakers:

    Giovanni Vetritto – Fondazione Critica liberale (Italy)              

Graham Watson – ALDE (Great Britain)          

                     Pawel Stepniewski– Instytut Monteskiusza (Poland)          

       Erik Forsgard – Magma (Finland)                

           Saso Keseljevic – SMC (Slovenia)  

Sarah Lenders-Valenti, policy analyst (Nederland ) – ALDE Individual Members

 
 

 Data la limitazione dei posti,

il convegno è aperto a quanti avranno

preannunciato la propria partecipazione

info@criticaliberale.it 

 

USCITO IL N. 38 DI “NONMOLLARE” – SCARICABILE GRATIS QUI –

per scaricare il pdf clicca qui.

Sommario
la biscondola
4. paolo bagnoli, ci vuole ben altro per fare un partito
cronache da palazzo
5. riccardo mastrorillo, ritorno al passato
nota quacchera
6. gianmarco pondrano altavilla, due righe su verona
la vita buona
7. valerio pocar, il valore prezioso dell’individualismo
lo spaccio delle idee
8. gabriele carones, politica e comunicazione
10. comitato di direzione
11. hanno collaborato
6-9-10. bêtise

LA FUGA DEI 5STELLE DALLA COERENZA

Occasionata o programmata che sia, la vicenda della nave Jonio pone i senatori che votano sull’autorizzazione a processare Salvini per il sequestro di 177 persone sulla nave italiana Diciotti  davanti alla scelta ineludibile se usare e negare la dignità umana o rispettarla sempre e comunque . Qui si vede il vero valore dei senatori o il loro squallore. Non c’è piattaforma Rousseau o fuga pilatesca dalla domanda in stile Conte, falso  democristiano, che tenga.

“DIVERSAMENTE RENZIANO”

“L’Italia non funziona anche per colpa dei No al referendum” : così Zingaretti , mostrando  tutta la sua approssimazione, coglie almeno  3 risultati:

1. Intestare a se stesso neosegretario del Pd la pesante sconfitta del referendum del 4 dicembre 2016 che segnò la fine politica di Renzi;

2. Offendere, non rispettandolo e mostrando di non aver compreso la lezione, i milioni di donne e uomini, moltissimi di centro sinistra, che a stragrande maggioranza hanno irreversibilmente bocciato con il No la strampalata e poco democratica riforma Renzi/Boschi;

3 .Allontanare dal suo partito che sbandiera il verbo “includere” e la parola “plurale” moltissime persone anche ben disposte, molte delle quali lo hanno votato alle recenti primarie. Complimenti !

LA DEMOCRAZIA DEI GRUPPUSCOLI E DEI NOMINATI

Il vecchio e indefesso costume della  partitocrazia grande e minuscola di presentare liste di pseudocandidati ben poco candidi dopo oscurate riunioni in segrete stanze accessibili dai soliti noti in realtà ignoti agli elettori facendo trovare nelle urne un lenzuolino prefabbricato continua . Allontanando dalla politica quasi tutti se non la clientela di turno mentre i media si fanno strumenti di queste manipolazioni in cui merito passione competenza abnegazione rappresentatività empatia non contano nulla .

Continua la lettura di LA DEMOCRAZIA DEI GRUPPUSCOLI E DEI NOMINATI

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza dei cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi