VOGLIAMO IL GOVERNO DEI MIGLIORI

di enzo marzo

Vittorio Feltri sabato sera era disperato: in Italia e nel mondo non c’era uno straccio di notizia. Come “aprire “ il suo “Libero trash”? Idea: il grande giornalista decide di approfittare del solito prefestivo deserto di informazioni per fare un bilancio complessivo del nostro Governo in tempo di Corona virus. E con la sua solita grande onestà intellettuale titola così a 9 colonne di prima pagina:

«Siamo nelle mani dei mediocri

IL TRIONFO DEI PEGGIORI

A gestire l’emergenza ci sono un avvocato, un ex steward del San Paolo, un ex concorrente del Grande Fratello e un laureato in Scienze politiche. Ecco i risultati: abbiamo il record dei morti»

Continua la lettura di VOGLIAMO IL GOVERNO DEI MIGLIORI

IL VATICANO REGNA MA SI NASCONDE

SUL FATTO QUOTIDIANO DEL 4 APRILE 2020 E’ STATO PUBBLICATO UN ESTRATTO DELLA PRESENTAZIONE DELLE NUOVE RICERCHE LAICHE PUBBLICATE DALL’ANNUALE DI CRITICA LIBERALE (edizione Biblion). LA RICERCA SULLA PRESENZA DELLE CONFESSIONI RELIGIOSE NEI CANALI TELEVISIVI PUBBLICI E PRIVATI E’ COMPIUTA DALLA SOCIETA’ GECA COL CONTRIBUTO DELLA TAVOLA VALDESE, LA RICERCA SULLA SECOLARIZZAZIONE IN ITALIA  SI DEVE A LORENZO DI PIETRO.

Continua la lettura di IL VATICANO REGNA MA SI NASCONDE

E’ ORA DI SCEGLIERE: EUROPA O EGOISMI NAZIONALI?

La lettera degli accademici europei: “Senza una nuovo patriottismo, il declino dell’Unione è inevitabile”

 

Il 26 marzo dal Consiglio europeo dedicato alle misure da prendere per gestire la crisi più grave dal 1929 a oggi, molto peggiore della crisi del 2012-2017, è emersa un’Unione Europea drammaticamente divisa. La pandemia di coronavirus e le crisi economiche e sociali che stanno emergendo mettono l’Europa di fronte a un’opportunità straordinaria: decidere di avanzare verso un’unità più profonda o imboccare un declino irreversibile. La via che prevarrà dipenderà naturalmente dalle decisioni dei Governi nel Consiglio europeo e nelle altre istituzioni dell’Unione; ma anche, e soprattutto, dalla mobilitazione dei cittadini e dell’opinione pubblica in ognuno degli Stati membri. Misure che corrispondono ai valori, alle tradizioni e alle maggiori responsabilità globali dell’Unione Europea? La domanda per l’Europa è la seguente: l’Unione Europea è una comunità del destino, una Schicksalsgemeinschaft, o è solo un’associazione strumentale di egoismi nazionali, dove la scelta cieca di ciascuno per se stesso prevale chiaramente sulla capacità di raccogliere sfide storiche? Esiste ancora un comune senso di appartenenza, basato su forti interessi comuni?
 

CHE CONFUSIONE A CASA BECHIS…

di enzo marzo

Come esistono gli “Stati canaglia”, quelli che non rispettano affatto le regole internazionali, si dilettano a giocare con le bombe atomiche e minacciano quotidianamente il mondo, quelli , insomma, tanto amati da Razzi, così esistono i giornali sciacalli: sono quelli che ogni giorno dimenticano di informare i propri lettori delle principali notizie e sparano in prima pagina titoloni a 9 colonne che un tempo si usavano per annunciare lo scoppio di una guerra mondiale. Invece i giornali sciacalli ogni giorno ripetono sempre lo stesso annuncio: Conte ha le ore contate, governo disastroso, provvedimenti rovinosi, il futuro sarà agghiacciante, togliamo ai poveri – che intanto sono già poveri – per dare ai ricchi che non sono invece abituati alla povertà, l’Europa fa schifo comunque, la maggioranza litiga ogni minuto, evviva l’opposizione, vogliamo l’Uomo della Provvidenza e che si diano delle Poltrone a Salvini, che è “a rota”. Tutto qui.

Tra i giornali sciacalli c’è una certa rivalità:

Continua la lettura di CHE CONFUSIONE A CASA BECHIS…

IMBECILLI ALLO SBARAGLIO 5 – IL DUO BLASFEMO

Su Mediaset Barbara D’Urso e Matteo Salvini non sanno più che inventarsi e si mettono a recitare l”eterno riposo”. Lei, prima, non riesce a non confessare ai telespettatori che ogni sera non può fare a meno di recitare il rosario (lei lo chiama così) e lui agita il crocifisso con la faccia atteggiata a penitente, come se la Lega Ladrona si fosse pentita d’aver truffato allo Stato 49 milioni. 

Lo spettacolo è raccapricciante.  Sono in corso reazioni infuriate, sono state raccolte già 380 mila firme su una petizione che chiede la chiusura della trasmissione. Noi liberali non siamo d’accordo: siamo per la libera espressione. Non abbiamo mai sollecitato sanzioni per la prostituzione o per la blasfemia o per il trash, anche il più spinto. Non abbiamo mai denunciato neppure Sgarbi per la sua perenne scurrilità. Tocca ai telespettatori chiudere l’apparecchio televisivo quando appaiono spettacoli offensivi del buon gusto. Invece di firmare è più fruttuoso fare una campagna di boicottaggio delle merci di chi finanzia con la pubblicità questa immondizia. Perché non pubblichiamo l’elenco degli spot pubblicitari contenuti in ‘Live Non è la D’Urso’ ?

[e.ma.]

CONFESSO CHE HO PAURA

di pietro polito

L’Italia, l’Europa, il mondo sono alle prese con il rischio di una barbarie ritornata. Un rischio globale che impegna direttamente la cultura prima ancora che la politica. Una cultura che, per ora, sembra tristemente assente dal dibattito politico. Tanto che a ragione si è ancora una volta parlato di tramonto degli intellettuali[1].

Non appartengo al folto esercito degli ottimisti. L’avvenire immediato è cupo e quello lontano non è roseo. Ad un amico più giovane che mi invita ad uscire da una visione più ampia e da un approccio più astratto, che mi sono naturali e più congeniali, e ad espormi su un piano più personale, rispondo che le cose che non so sono di più di quelle che so.

Non so se le misure di contenimento del contagio siano giuste. Non so se vale la pena di pagarne il prezzo. Non so se e entro quali tempi raggiungeranno l’esito sperato. Non so se si manterranno nell’ambito delle regole democratiche o andranno in rotta di collisione con la nostra Costituzione. Non so se dopo la grande paura saremo migliori o peggiori. Non so se nulla sarà più come prima o se tutto continuerà come prima. Sapremo mantenere la promessa più volte ripetuta in questi giorni che non ci sarà alcun oblio?

Continua la lettura di CONFESSO CHE HO PAURA

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza dei cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi